Anche in Abruzzo il progetto Sipla, promosso dall’Arci e co-finanziato dal ministero dell’interno

Il progetto Sipla (Sistema Integrato per la Protezioni dei Lavoratori Agricoli) è una rete nazionale di presidi e servizi territoriali nata per proteggere e sostenere i lavoratori agricoli stranieri contro forme di caporalato, lavoro irregolare e sfruttamento lavorativo. Formata da oltre 50 soggetti del terzo settore distribuiti in 14 regioni, la Rete Sipla è promossa da Arci e dal Consorzio Communitas ed è co-finanziato dal ministero dell’interno attraverso il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020. La rete nasce in continuità con il progetto Presidio di Caritas Italiana e grazie alla partecipazione dell’Ufficio Politiche Migratorie e Asilo di Caritas Italiana.

La rete è organizzata geograficamente in Sipla Sud, con Arci Ente capofila e il coinvolgimento di 6 regioni del centro-sud (Abruzzo, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia), e Sipla Nord, con il Consorzio Communitas Ente capofila e il coinvolgimento di 8 Regioni del centro-nord (Lazio, Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige). Il progetto prevede la creazione di un sistema integrato in grado di agire a più livelli: da un lato azioni di advocacy e di promozione di accordi e protocolli di intesa con le aziende e la grande distribuzione finalizzati alla creazione di una Rete di Aziende Agricole di Qualità, e dall’altro la presa in carico di potenziali vittime e/o vittime di sfruttamento lavorativo con l’attivazione di interventi di tutela legale e sanitaria, orientamento, assistenza, formazione, inserimento lavorativo e inserimento abitativo.

In Abruzzo le attività sono gestite da una rete formata da Arci Pescara, Fondazione Caritas dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne e Arci dell’Aquila, ma Sipla sta ulteriormente implementando il progetto coinvolgendo le aziende agricole e le associazioni di categoria dei lavoratori e dei datori di lavoro. Tutte le attività progettuali realizzate o in corso di realizzazione, inoltre, integrano e interagiscono con tutti gli altri presidi precedentemente attivi e con gli altri soggetti impegnati nella costruzione di percorsi di inclusione sociale e lavorativa nel settore dell’agricoltura.

Per informazioni sul progetto si può visitare https://www.retesipla.it/ o ci si può rivolgere allo Sportello Sipla attivo nella sede dell’Arci Pescara in via Venezia 4. Allo sportello, aperto il martedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9 alle 13 e il lunedì e il giovedì dalle 14.30 alle 18.30, si accede previo appuntamento da fissare chiamando il numero telefonico 085.2059771 oppure scrivendo all’indirizzo e-mail sportello@arcipescara.org.“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *